L’azione pilota del Progetto Integrato Territoriale del Parco Regionale del Matese – Campania

Il supporto di Studiare Sviluppo si è concentrato sul come rendere il progetto di parco una iniziativa integrata, capace di orientare l’intero sistema locale e, dunque, le scelte dei vari attori pubblici e privati direttamente coinvolti. A tal fine, è stata articolata l’area in sub-ambiti di intervento, al fine di un migliore e più focalizzato coinvolgimento e l’erogazione di formazione professionale.

Il supporto ha previsto dapprima l’analisi puntuale dei luoghi e delle risorse ambientali e storiche esistenti, nonché delle modalità di valorizzazione per finalità di sviluppo turistico territoriale. E’ stata elaborata una matrice “dei luoghi e delle risorse”, capace di fotografare la domanda e offerta turistica che il territorio matesino esprime, e costruire delle ipotesi di target turistici da privilegiare allo scopo di rendere il Parco del Matese competitivo rispetto ad altri contesti caratterizzati da situazioni e caratteristiche simili.

L’azione di Studiare Sviluppo si è concentrata su due livelli di interventi prioritari, che hanno chiamato in causa il diretto coinvolgimento dei soggetti locali:

1) rafforzare la capacità del sistema locale di offrire servizi in grado di intercettare la domanda turistica che il progetto di Parco si propone di attivare e

2) intervenire a supporto dello sviluppo di attività economiche, in particolare turistiche, nei comuni dell’alta Valle del Lete e del Sava, caratterizzata da una forte marginalità economica.

E’ stato definito un benchmarking sui temi del turismo sostenibile in aree parco , nonché un confronto con esperienze virtuose in tema di organizzazione dei servizi turistici all’interno di aree protette e di offerta di servizi formativi agli operatori del settore. L’analisi di campo è stata una importante occasione per verificare la congruenza tra le manifestazioni di interesse presentate dai privati durante la progettazione e gli interventi pubblici previsti dal progetto integrato.