Azioni di supporto all’avvio della programmazione 2014-2020 nell’ambito dell’Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea

L’Italia partecipa per il periodo di programmazione 2014-2020 a 19 programmi in attuazione dell’obiettivo Cooperazione territoriale europea (CTE), di cui 10 con Autorità di Gestione italiana:

  • 8 programmi di cooperazione transfrontaliera;
  • 4 programmi di cooperazione transnazionale;
  • 4 programmi di cooperazione interregionale e 3 di cooperazione transfrontaliera esterna.

A seguito del confronto avviato nell’ambito del processo negoziale sulla politica di coesione 2014-2020 in seno al Gruppo di coordinamento strategico del Quadro Strategico Nazionale per la Cooperazione Territoriale Europea (CTE), le Regioni e Province Autonome hanno espresso l’esigenza di una riflessione approfondita con il livello centrale e tra le Regioni stesse, al fine di individuare soluzioni condivise che permettano di cogliere al meglio le opportunità offerte dalla CTE nel prossimo periodo di programmazione, capitalizzando le esperienze maturate e le lezioni apprese fino ad oggi.

Il progetto affidato a Studiare Sviluppo fornisce supporto e assistenza alle istituzioni coinvolte nel coordinamento e nell’attuazione della partecipazione italiana ai Programmi dell’Obiettivo Territoriale Europea: segnatamente, il Dipartimento per le Politiche di Coesione e l’Agenzia per la Coesione Territoriale.   Le attività sono finalizzate, in particolare a:

–      orientare la programmazione e l’attuazione dei Programmi dell’Obiettivo CTE il più possibile in maniera coerente con gli impegni assunti nell’ambito dell’Accordo di Partenariato e dei singoli Programmi Operativi dell’Obiettivo Investimenti per la crescita e l’occupazione delle Regioni italiane;

–      individuare soluzioni congiunte a livello nazionale nell’affrontare criticità ed innovazioni attuative per la CTE;

–      implementare strumenti, sistemi e procedure per consentire sin da subito il funzionamento del sistema nazionale di controllo, nonché il monitoraggio e la valutazione dei Programmi e progetti a partecipazione italiana;

–      supportare dal punto di vista tecnico i processi di governance e valutazione riferiti alle due Strategie macroregionali che coinvolgono l’Italia (Adriatico-Ionica, EUSAIR,  ed Alpina, EUSALP);

–      assicurare in maniera organica il supporto tecnico e funzionale alle strutture che si occupano del coordinamento nazionale dei programmi CTE a partecipazione italiana.

Inoltre, sono assicurate attività funzionali al coordinamento e valutazione della partecipazione italiana dei Programmi di cooperazione 2014-2020 (Banca dati progetti CTE, monitoraggio, controllo e valutazione). Tali attività avranno inoltre lo scopo di rafforzare il ruolo e di facilitare l’adeguamento della governance nazionale per l’attuazione e la gestione dei Programmi di cooperazione territoriale europea 2014-2020 (Gruppo di coordinamento strategico QSN, Comitati nazionali, Group of Auditors e Sistema nazionale di controllo, Partecipazione ai Comitati di Sorveglianza dei Programmi CTE).