ATTUAZIONE STRATEGIA DELL’INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE DELL’UNIONE EUROPEA

Studiare Sviluppo, attraverso la convenzione sottoscritta con la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento politiche europee, ha curato in qualità di Organismo intermedio l’attuazione della strategia dell’informazione e della comunicazione dell’Unione europea.

Tra le diverse attività realizzate il progetto LEZIONI D’EUROPA un format partecipativo (talk-show) articolato in una lezione seguita da un dibattito condotto dal moderatore con il coinvolgimento dei soggetti connessi via web e il pubblico presente in sala: soprattutto Università e Scuole secondarie (ultimo biennio). Principali obiettivi raccontare l’Europa ai giovani, i protagonisti e gli eventi più significativi del processo di unificazione europea con approfondimento delle seguenti tematiche: Europa, capitalismo di mercato e crisi economica; sicurezza alimentare; identità europea; cambiamenti climatici; salute e sicurezza alimentare. Tra i relatori: Mario Monti, Giorgio Calabrese, Emma Bonino, Corrado Clini, Paola Testori Coggi. Moderatori: Carlo Bastasin, Bruno Gambacorta, Giuseppe Sarcina, Jacopo Giliberto, Alessandro Cecchi Paone. La serie di lezioni ha registrato 700 presenze in sala, 1.800 connessioni al canale Livestream, oltre 7mila visite al sito web dedicato e 15.500 DVD prodotti e distribuiti a studenti, docenti, amministratori pubblici.

UExTE Il progetto UExTe, prima edizione, intendeva avvicinare un numero consistente di giovani nei mesi che hanno preceduto le elezioni europee del 2009 con lo scopo di renderli il più consapevoli possibile nell’utilizzo del diritto di voto. La seconda edizione, “UExTe – A scuola l’Europa”, ha avuto come obiettivo informare sui programmi europei relativi alla cittadinanza attiva, al volontariato, all’istruzione e alla formazione dei giovani e, in particolare, sulle seguenti tematiche: il Trattato di Lisbona ed il ruolo delle Istituzioni europee; la mobilità educativa transnazionale; le politiche giovanili europee. Il progetto si è rivolto principalmente agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado. La prima edizione, UExTe, ha visto coinvolti 54 enti partner che hanno realizzato 426 attività a livello locale, coinvolgendo 11.553 giovani in totale.

 L’azione denominata L’EUROPA E’ IN CITTA’ ha contribuito a favorire l’incontro e il dibattito fra i deputati italiani eletti al Parlamento europeo, nel giugno 2009, i cittadini e la società civile attraverso eventi/incontri realizzati nelle 5 circoscrizioni elettorali. L’iniziativa ha previsto la presenza dei deputati europei posti a confronto con il pubblico presente in sala su specifiche tematiche e istanze europee, preventivamente raccolte. Scopo degli incontri instaurare una reale interlocuzione fra il pubblico e gli eurodeputati, moderati e coordinati da un giornalista ed un co-moderatore. Ad una breve presentazione di ciascun parlamentare e della propria attività, sono seguite le domande del pubblico postate sul sito dedicato sui seguenti temi: cambiamento climatico, energia, crisi economica, lavoro, tutela dei consumatori, immigrazione, politiche agricole, lotta alla povertà e all’esclusione sociale e il futuro dell’Europa. Tra le città interessate Roma, Bologna, Milano, Bari, Palermo, Catanzaro. Il totale del pubblico che ha partecipato agli incontri – studenti delle scuole secondarie di secondo grado, cittadini, rappresentanti della società civile – ha superato le 1.630 presenze.

Studiare Sviluppo si è occupata delle attività tecnico-amministrative, della gestione del bilancio e relativa rendicontazione finanziaria alla Commissione Europea, delle attività logistiche e di comunicazione attraverso predisposizione di bandi di comunicazione e relativo lancio.

TAG Correlati

EU | PCM

TAG Correlati

EU | PCM