Il 10 aprile si è tenuta, presso la sede dell’Agenzia per la Coesione Territoriale, la riunione del Comitato tecnico paritetico previsto nel quadro del Protocollo d’Intesa per l’Edilizia Scolastica.

Il Comitato è previsto dall’art. 5 del Protocollo d’Intesa per l’Edilizia Scolastica ed è finalizzato ad accelerare l’attuazione degli interventi di edilizia scolastica mediante il presidio degli stessi e l’affiancamento agli Enti beneficiari da parte della Task Force Edilizia Scolastica (TFES), sottoscritto il 21 giugno 2016 tra l’Agenzia per la Coesione Territoriale, il Ministero dell’istruzione università e ricerca (MIUR), il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti (MIT) e le Regioni aderenti alla TFES.

Durante i lavori, ai quali ha partecipato il Direttore generale dell’Agenzia Antonio Caponetto, è stato presentato il Rapporto sulle attività e sui risultati della Task Force Edilizia Scolastica al 31 dicembre 2018. La TFES – progetto supportato nel quadro del Programma Azione Coesione Complementare al PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 – dal 30 ottobre 2017 al 31 dicembre 2018 ha visitato 1.547 Enti e presidiato n. 2.533 progetti nel corso di oltre 2.000 sopralluoghi, per un costo totale degli interventi di circa 2.100 Meuro. Sono state, inoltre, state formalizzate le adesioni al protocollo d’Intesa di due nuove Regioni, il Molise e il Veneto, che si aggiungono alle altre 15 in cui la TFES è già presente: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Puglia, Piemonte, Sardegna, Sicilia, Toscana e Umbria.

Il Comitato ha approvato, infine, gli elenchi di interventi di edilizia scolastica da presidiare in ciascuna Regione e la proposta di attività seminariali e di disseminazione delle conoscenze.