Le sfide della partecipazione pubblica in Italia, Officine Coesione al confronto con le Regioni

Un evento per fare il punto sulla qualità della partecipazione. Un’occasione per siglare un patto di collaborazione per un osservatorio nazionale dedicato al confronto e allo scambio di esperienze nella direzione di una maggiore efficacia e inclusività dei processi partecipativi italiani.

Sono questi i punti che caratterizzano l’evento “Le sfide della partecipazione pubblica in Italia”, organizzato dall’Associazione Italiana per la Partecipazione Pubblica (Aip2) e le Regioni Emilia Romagna, Toscana e Puglia – prime nell’attivare leggi sul tema – che si tiene oggi, 5 novembre, presso l’Auditorium G. Spadolini del Consiglio Regionale della Toscana, a Firenze.

Un incontro al quale prende parte anche Officine Coesione, il progetto finanziato dal Pon Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020.

Diversi gli spazi di dibattito previsti: si parte da un confronto con le Regioni su come rendere più efficace la partecipazione; a seguire alcune riflessioni sul futuro della partecipazione, con gli orientamenti internazionali e italiani della strategia di Open Government e del progetto OpenGov, e con un approfondimento sulle attività del Progetto Officine Coesione a sostegno di una più efficace partecipazione pubblica nella costruzione della politica di coesione attraverso l’applicazione del Codice europeo di Condotta del Partenariato.

Nel pomeriggio intorno alla domanda “Come rendere più generativa la Partecipazione?” si apre il workshop su dodici esperienze presentate dai soci di Aip2 di diverse regioni.

È possibile partecipare ai lavori della giornata collegandosi al link dedicato

 

 

TAG Correlati

2014-2020 | officine coesione | PON GOV