Kick off meeting: nuovo Gemellaggio con la Turchia sul rafforzamento dei controlli doganali

Il 29 gennaio 2019 si è tenuta ad Ankara la Conferenza di lancio del progetto di gemellaggio con l’Amministrazione doganale della Repubblica della Turchia, finanziato dall’Unione Europea, avente quale obiettivo principale il rafforzamento dei controlli doganali delle Dogane turche, con particolare riferimento alle capacità tecniche, operative e di intelligence dei Centri di Coordinamento e delle Unità marittime.
Il progetto di gemellaggio, avente la durata di 15 mesi, è gestito dall’Agenzia Dogane e dei Monopoli, in qualità di Lead Partner, in Consorzio con l’Amministrazione doganale spagnola (Junior Partner) e Studiare Sviluppo in qualità di Mandated Body.
In particolare, il Gemellaggio si pone l’obiettivo di accrescere le capacità di controllo dei containers tramite scanner, nonché migliorare le attività svolte dall’Unità Centrale di coordinamento doganale turca nell’analisi dei rischi e dei relativi dati.
All’evento sono intervenuti, tra gli altri, l’Ambasciatore d’Italia ad Ankara, S.E. Massimo Gaiani, il Direttore di Vertice del Ministero del Commercio turco, Abdullah Soylu, il Direttore della Cooperazione della Delegazione EU in Turchia, Simona Gatti, e il Consigliere Politico Culturale dell’Ambasciata di Spagna ad Ankara, Lucia Garcia Rico ed il Direttore centrale relazioni internazionali dell’Agenzia, Enrico Martino.
Per il team di progetto italiano erano inoltre presenti Roberto Sampiero (Project Leader), Massimo de Rienzo (RTA), Fabio Pellegrino (Coordinatore), i component leaders Sig. Sibio e Sassone e Andrea Sbisà (Project Manager Studiare Sviluppo).

Per approfondimenti:

Improving the Detection Capacity of Turkish Customs Enforcement