Il processo di Bologna oltre il 2020: valori fondamentali dell’EHEA, a Bologna il 24 e il 25 giugno 2019

I prossimi 24 e 25 giugno si terrà l’evento celebrativo per il Ventesimo Anniversario della Dichiarazione di Bologna Bologna beyond 2020: Fundamental values of the EHEA organizzato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dall’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, sotto l’egida dell’Osservatorio della Magna Charta Universitatum , dell’European University Association (EUA) e di European Students’ Union (ESU).

L’evento vuole celebrare il ventennale della Dichiarazione di Bologna, tappa fondamentale nel processo di riforma internazionale dei sistemi di istruzione superiore dell’Unione europea, e rilanciare, attraverso una serie di incontri e conferenze, i propositi della European Higher Education Area (EHEA) guardando oltre, verso uno Spazio europeo dell’istruzione superiore più ambizioso anche dopo il 2020.

L’inizio delle celebrazioni si terrà nel pomeriggio di lunedì 24, a partire dalle ore 16:00, presso il Salone del Podestà di Palazzo Re Enzo, dove oltre a circa 200 Rettori provenienti da tutto il mondo e numerose personalità accademiche e istituzionali si riuniranno per la Celebration Of The Bologna Declaration 20th Anniversary. Aprirà i lavori il Rettore dell’Università di Bologna Francesco Ubertini e tra gli ospiti istituzionali previsto l’intervento del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti.

Nella mattinata del 25 giugno il Bologna Process Anniversary si suddividerà in cinque Morning Parallel sessions. La prima, dal titolo “Academic and Related Civic Values in Changing Societies”, si terrà presso l’aula Stabat Mater dell’Archiginnasio. Chair della sessione sarà David Lock della Magna Charta Observatory.

Nell’Aula Prodi di Piazza San Giovanni in Monte avrà luogo la seconda sessione dal titolo “Student-centred Learning”, coordinata da Caroline Sundberg dello European Students’ Union, mentre presso l’Aula Absidale, Alessandra Scagliarini, Vice-Rector dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, coordinerà la sessione “Providing Leadership for Sustainable Development, the Role of Higher Education”.

A Palazzo Re Enzo si terranno, invece, la quarta e quinta sessione sui temi “The Social Dimensions of Higher Education” e “Careers and Skills for the Labour Market of the Future”, che saranno coordinate rispettivamente da Sijbolt Noorda, Presidente dell’Observatory Magna Charta Universitatum, e da Jean-Pierre Finance, della Henri Poincaré University.

Infine, nel pomeriggio del 25, presso il Salone del Podestà di Palazzo Re Enzo avrà luogo la Sessione plenaria, coordinata da Federico Cinquepalmi (Head of Unit for Internationalisation of Higher Education and Head of the Italian Delegation in the BFUG) che chiuderà la due giorni del Bologna Process Anniversary.

Ulteriori informazioni e il programma disponibili sul sito web dell’evento

L’evento è organizzato con il supporto di Studiare Sviluppo nell’ambito della convenzione con il MIUR “Supporto alle attività del Segretariato del Bologna Follow-Up Group” che ha come obiettivo la realizzazione delle attività del Segretariato del Bologna Follow-Up Group, includendo tra altri partner istituzionali anche il CIMEA e la CRUI.

TAG Correlati

BFUG | MIUR

TAG Correlati

BFUG | MIUR