Casa Italia: dal CIPE stanziati 92 milioni per case popolari, edifici pubblici e progetto Restart

Lo scorso 14 maggio il Comitato interministeriale di programmazione economica (CIPE) ha destinato 92 milioni di euro per la realizzazione di opere finalizzate al rilancio turistico ed economico de L’Aquilia e dell’Abruzzo, colpite dal terremoto del 2009.

Il comitato, presieduto dal Premier Giuseppe Conte, ha dato parere positivo alle proposte di finanziamento presentate da Casa Italia, struttura di missione della Presidenza del Consiglio con funzioni di coordinamento della ricostruzione dei territori colpiti dal sisma .

Le risorse saranno destinate ad opere, ristrutturazioni e ricostruzioni di edifici e progetti di alto valore sociale e culturale e, nello specifico:

  • 24 milioni di euro saranno destinati al progetto Restart per il sostegno a progetti innovativi tra cui la sperimentazione di autobus elettrici nel Comune de L’Aquila e iniziative a favore dello sviluppo turistico del Gran Sasso
  • 29 milioni per interventi di Social housing: il piano prevede 11 interventi di ricostruzione su 13 fabbricati che erano stati dichiarati inagibili dopo il sisma del 2009
  • 38 milioni di fondi per il settore IV con cui saranno finanziati interventi su edifici pubblici, sedi istituzionali, strutture sportive, cimiteri, Chiese e ed edifici di culto a l’Aquila e nei comuni del cratere

Per maggiori informazioni clicca qui.

Casa Italia è stata istituita con DPCM del 3 luglio 2019 sviluppare, ottimizzare e integrare strumenti indirizzati alla cura e alla valorizzazione del territorio e delle aree urbane nonché del patrimonio abitativo, anche in riferimento alla sicurezza e all’efficienza energetica degli edifici. Le risorse inizialmente stanziate si suddividevano in:

  • 100 milioni per le verifiche di vulnerabilità degli edifici privati nelle zone a rischio sismico 1
  • 45 milioni per le verifiche di vulnerabilità degli edifici scolastici nelle zone a rischio sismico 1
  • 25 milioni per il finanziamento di dieci cantieri pilota

Quest’ultima linea di intervento aveva lo scopo di individuare ed attivare su tutto il territorio nazionale, 10 cantieri dove sperimentare soluzioni costruttive innovative e poco invasive, che consentano di aumentare la sicurezza degli edifici e di fornire in seguito linee guida per interventi di prevenzione estesi all’intero territorio nazionale.

Studiare Sviluppo supporta la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Casa Italia nel Progetto per sensibilizzare i territori ad intervenire sulla messa in sicurezza antisismica di edifici pubblici esistenti, in Comuni scelti su tutto il territorio nazionale.

Progetto Casa Italia

TAG Correlati

PCM

TAG Correlati

PCM