Approvata la Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza

Il 29 settembre 2021 il Consiglio dei Ministri ha approvato la Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza 2021, qui in allegato il testo, che rappresenta la base per la prossima manovra di Bilancio. Sono stati presentati alcuni numeri: la crescita al 6%, un deficit di due punti inferiore rispetto alle stime di aprile, che scende quindi dall’11,8% al 9,5%, e un debito che resterà al di sotto del 160%.

La Nota prende atto del miglioramento degli indicatori di crescita e deficit e definisce il perimetro di finanza pubblica nel quale si iscriveranno le misure della prossima Legge di Bilancio, che avrà come obiettivo quello di sostenere la ripresa dell’economia italiana nel triennio 2022-2024, in stretta coerenza con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

“Il quadro economico è di gran lunga migliore di quello che noi stessi pensavamo potesse essere cinque mesi fa”, ha detto il premier durante la conferenza, “è la prima conferma che dal problema del debito pubblico si esce con la crescita”.  Draghi ha sottolineato che si prevede per gli investimenti un aumento di circa il 15% quest’anno e di oltre il 6% il prossimo, dopo il calo del 9,2% nel 2020. “Ora c’è fiducia nell’Italia, tra gli italiani e nel resto del mondo”.

Il documento presenta, quindi, uno scenario di crescita dell’economia italiana e di graduale riduzione del deficit e del debito pubblico. Una politica di bilancio che rimane espansiva nei prossimi due anni, per poi focalizzarsi meglio sulla riduzione del rapporto debito/PIL.

La completa realizzazione del PNRR resta comunque  la vera scommessa per i prossimi anni, in un contesto mondiale fra i più complessi.

Comunicato stampa

 

TAG Correlati

MEF | PCM | PNRR

TAG Correlati

MEF | PCM | PNRR