Al via gli incontri dell’Officina SNAI Rete Giovani delle Aree Interne

È partita lo scorso 28 giugno, in modalità virtuale, la serie degli incontri dell’Officina SNAI Rete Giovani delle Aree Interne (AI), uno spazio di confronto, interazione e dialogo tra giovani ed esperti finalizzato a costruire proposte di policy da portare all’attenzione al Comitato Tecnico Nazionale Aree Interne (l’organismo coordinato dal Dipartimento per le Politiche di Coesione della Presidenza del Consiglio dei Ministri cui è affidata la governance della Strategia Nazionale per le Aree Interne – SNAI) e al Ministro per il Sud e la Coesione Territoriale.

Entro la fine di luglio sono previsti quattro appuntamenti nel corso dei quali si lavorerà sugli ambiti di policy emersi come prioritari nel corso della consultazione on line tenutasi lo scorso inverno.

Il 28 giugno, data di partenza dei meeting dell’Officina, 76 giovani si sono confrontati sul tema dello sviluppo sostenibile, con un focus particolare sulle problematiche dell’accesso alla terra, dell’agricoltura sostenibile, dell’ambiente e delle comunità energetiche. Numerosi gli esperti che hanno fornito gli spunti per il confronto: Domenico Gambacorta (Coordinatore Comitato Tecnico Aree Interne CTAI) Giovanni Carrosio (Università di Trieste), Francesco Monaco Fondazione (IFEL – ANCI), Daniela Storti (CREA) e Lorenzo Raimondo (Università di Trieste).

Durante il secondo appuntamento, tenutosi lo scorso 30 giugno, al centro del dibattito dei 96 partecipanti: arte, cultura e turismo. L’incontro, animato dagli interventi di Claudio Bocci (UNINT), Laura Caruso (CasermArcheologica), Emmanuele Curti (Lo Stato dei Luoghi) ed Erminia Sciacchitano (Ministero della Cultura), è stata l’occasione per approfondire il valore della creatività e della cultura come motore delle Aree Interne, e l’importanza di creare destinazioni per il turismo sostenibile.

In entrambi gli incontri, per facilitare il confronto, è stato utilizzato uno strumento di interazione digitale i cui risultati sono consultabili in un documento che fotografa il lavoro svolto nelle prime due giornate di lavoro.

I prossimi appuntamenti dell’Officina sono previsti per il 19 e il 21 luglio.

L’Officina Sperimentale Rete dei giovani delle Aree Interne (AI), opera nell’ambito del progetto Officine Coesione, finanziato dal Pon Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020. I 400 giovani che partecipano all’Officina sono singoli e rappresentati di realtà collettive, che hanno risposto alla campagna di adesione lanciata lo scorso gennaio.

Per ulteriori approfondimenti:

 

TAG Correlati

2014-2020 | officine coesione | PON GOV | SNAI