Ad Ankara la Conferenza finale del progetto “Assistenza tecnica per l’implementazione dei regolamenti relativi all’import-export delle sostanze chimiche pericolose” 

Il 26 ottobre 2017 si è tenuta ad Ankara la conferenza finale del  progetto “Assistenza tecnica per l’implementazione dei regolamenti relativi all’import-export delle sostanze chimiche pericolose”  finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma EuropeAid.

Il progetto, avviato a Novembre 2015, è stato gestito da un consorzio Italo-Turco sotto la direzione tecnica e strategica dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e con il supporto di Studiare Sviluppo. Il progetto era finalizzato a fornire un supporto alle competenze istituzionali del governo Turco, ed in particolare al Ministero dell’Ambiente delle Infrastrutture e dei Trasporti, per un’efficace attuazione del regolamento UE n. 649/2012/CE sull’esportazione e importazione di sostanze chimiche pericolose in Turchia.

A tal fine, il piano di progetto prevedeva l’attuazione di misure specifiche riguardanti la procedura turca di notifica dell’importazione – esportazione, nonché di attività di sensibilizzazione e di sviluppo della capacità di gestione dei relativi adempimenti.

I risultati del Progetto:

  • aumento della capacità istituzionale per l’effettiva attuazione della Convenzione di Rotterdam e del Regolamento UE sull’esportazione e l’importazione di sostanze chimiche pericolose da parte delle amministrazioni turche competenti in materia
  • definizione della procedura nazionale di notifica delle importazioni e delle esportazioni (definizione del regolamento di attuazione e delle linee guida attuative)
  • aumentare la conoscenza, la consapevolezza e la capacità delle amministrazioni e delle altri parti interessate riguardo alla normativa europea e internazionale e del loro recepimento in Turchia

Nel corso dei 24 mesi di attuazione del progetto, le attività hanno consentito di raggiungere un vasto numero di beneficiari turchi, sia a livello ministeriale, sia a livello delle amministrazioni coinvolte nelle operazioni di import-export e dei operatori economici operanti nel mercato delle sostanza chimiche.

I principali numeri del progetto:

  • Circa 40 esperti coinvolti in ciascuno dei 5 corsi specialistici “Formazione dei formatori” della durata di una settimana ciascuno
  • Circa 30 esperti coinvolti in ciascuno dei 2 laboratori tecnici della durata di 3 giorni l’uno
  • Un sito relativo alla materia, in turco e inglese, è stato costruito, messo online e alimentato al fine di consentire la raccolta della principale normativa
  • 2 delegazioni di 15 persone ciascuna hanno partecipato attivamente a due visite di studio di una settimana: la prima a Aprile 2016 svoltasi a Helsinki presso ECHA – l’Agenzia Europea delle Sostanze Chimiche e la seconda svoltasi a Roma, a Settembre 2017, presso il Ministero della Salute, l’Agenzia delle Dogane e la FAO
  • Oltre 90 persone hanno partecipato nella conferenza iniziale e nella conferenza finale di progetto, con un’ampia copertura da parte dei Media turca