A Scuola di Open Coesione. Prima lezione in Bulgaria

Dopo l’evento inaugurale della sperimentazione in Croazia, A Scuola di Open Coesione ha avviato le attività del progetto pilota internazionale anche in Bulgaria.

Il team di ASOC  ha incontrato a Sofia, lo scorso 10 gennaio, l’Unità di coordinamento centrale presso il Consiglio dei Ministri come referente locale di progetto, e i Centri Distrettuali di Informazione sui Fondi Europei (DIPs) che avranno il ruolo di contatto territoriale per le 9 scuole bulgare partecipanti.

Durante l’incontro sono state analizzate le diverse best practices di monitoraggio civico realizzate dalle scuole italiane nelle edizioni precedenti, evidenziando il valore civico ed educativo del progetto. A seguito di questo primo step, le scuole partecipanti per la Bulgaria dovranno scegliere i finanziamenti da monitorare sui propri territori, utilizzando come prima fonte di informazione www.eufunds.bg, il portale web nazionale di informazione sui fondi strutturali europei.

Al termine dell’incontro, il team ASOC è stato invitato a visitare gli uffici del Centro Distrettuale di Informazione ESIF di Sofia, che conduce rilevanti attività di disseminazione e informazione sui Fondi Strutturali e di Investimento europei (SIE) rivolte a cittadini, stakeholders e istituti scolastici.

ASOC  nasce in collaborazione con  il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) nell’ambito dell’iniziativa di open government sulle politiche di coesione OpenCoesione. L’iniziativa è realizzata da Studiare Sviluppo all’interno del Progetto OpenCoesione 2.0: trasparenza e partecipazione nel 2014-2020, finanziato nell’ambito del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020. 

Progetto OpenCoesione 2.0: trasparenza e partecipazione nel 2014-2020

TAG Correlati

2014-2020 | ACT | ASOC | MIUR | OpenCoesione

TAG Correlati

2014-2020 | ACT | ASOC | MIUR | OpenCoesione