Il via agli interventi di edilizia scolastica per 238 milioni 

Boy with rucksack infront of a school building. Child with a backpack

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze , in accordo con il Ministero dell’Istruzione e con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasportiha autorizzato le Regioni all’utilizzo dei contributi pluriennali per gli interventi di edilizia scolastica inclusi nei piani regionali triennali.

Il decreto interministeriale n. 390 del 6 giugno 2017,registrato dalla Corte dei Conti il 28 luglio scorso e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 16 settembre 2017. L’importo totale stimato è pari a 238 milioni di euro (per oltre 300 interventi) che si vanno ad aggiungere ai 905 milioni stanziati nel 2015.Per scaricare il decreto, l’allegato A con la ripartizione regionale e il foglio Excel con tutti gli interventi vai alla pagina Miur – Mutui Bei

Studiare Sviluppo è impegnata al fianco dell’Agenzia per la Coesione Territoriale nella realizzazione di alcune specifiche attività del Progetto Task force edilizia scolastica, a valere su Programma Azione Coesione Complementare al PON Governance 2014-2020. Il progetto è attualmente rivolto alle regioni già affiancate nella precedente iniziativa e incluse nel protocollo d’intesa sottoscritto tra l’Agenzia per la Coesione Territoriale, la Struttura di Missione per il coordinamento e impulso nell’attuazione di interventi di riqualificazione dell’edilizia scolastica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il MIUR e il MIT, nonché alle regioni Abruzzo, Umbria, Toscana, Liguria e Piemonte che hanno avanzato apposita richiesta di adesione al suddetto protocollo.