Supporto Specialistico e Assistenza Tecnica per l’attuazione del Piano di Rafforzamento Amministrativo (P.R.A.) del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Direzione Generale per lo sviluppo del territorio, la programmazione ed i progetti internazionali  e  Studiare  Sviluppo  hanno sottoscritto una Convenzione per il supporto specialistico e l’assistenza tecnica al Responsabile della Capacità amministrativa ed alla relativa unità organizzativa per l’espletamento dei compiti attribuiti dal Piano di Rafforzamento Amministrativo (P.R.A) del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, nell’ambito della programmazione della politica di coesione 2014-2020.

Attraverso i PRA, ogni Amministrazione impegnata nell’attuazione dei Programmi esplicita e rende operativa, con riferimento a crono-programmi definiti, l’azione per rendere più efficiente l’organizzazione della sua macchina amministrativa. Sono adottati al livello politico (Ministri e Presidenti delle Regioni) e di fatto costituiscono il principale elemento di raccordo tra il miglioramento della strategia per l’attuazione e gestione dei Programmi Operativi e il rafforzamento strutturale della capacità amministrativa.

Il Piano di Rafforzamento amministrativo del MIT ha una struttura complessa e fortemente connessa all’impianto strategico ed operativo del PON Infrastrutture e Reti 2014-20. Prevede interventi significativi e target ambiziosi e si articola complessivamente in 22 azioni suddivise in interventi di semplificazione legislativa e procedurale (2), interventi sul personale (5) e interventi sugli strumenti comuni e sulle funzioni trasversali (15).

Le attività di supporto al PRA previste nella convenzione riguardano 3 linee di azione:

  • Linea A – Supporto al monitoraggio del PRA

Il supporto per l’attuazione di questa linea riguarderà essenzialmente gli interventi di miglioramento amministrativo, per i quali saranno verificati lo stato di attuazione e i risultati conseguiti una volta completati e i target di miglioramento perseguiti per i quali si procederà a verificare i tempi di attuazione delle procedure del PO 2014-2020 e gli effettivi miglioramenti rispetto al passato.

  • Linea B – Assistenza al completamento efficace degli interventi del PRA

Che vede la realizzazione delle seguenti attività: ricognizione dello stato di attuazione e revisione del PRA, analisi  di  benchmark  sui  P.R.A.  di  altre  Amministrazioni  Centrali  coinvolte nell’attuazione di programmi operativi a livello europeo, proposta di modifica del Piano e azioni correttive, meccanismi premiali e di incentivazione.

  • Linea C – Supporto trasversale alle funzioni del Responsabile della Capacità amministrativa e delle strutture coinvolte

Gli obiettivi da raggiungere attraverso le attività di supporto saranno:

  • Obiettivo 1: aumentare il grado di avanzamento e l’efficacia del PRA, assicurando supporto tecnico alla Divisione 2 della Direzione generale per lo sviluppo del territorio, la programmazione e i progetti internazionali per il monitoraggio degli interventi definiti dal Piano.
  • Obiettivo 2: accrescere la capacità gestionali del personale interno, trasferendo alle strutture coinvolte nell’attuazione del PRA strumenti operativi e metodologici in grado di rendere più efficace il processo di verifica e di analisi dell’andamento del Piano. Le risorse interne all’Amministrazione saranno supportate non in una logica sostitutiva ma secondo un approccio inclusivo e di complementarietà.
  • Obiettivo 1: ricostruire il quadro generale all’interno del quale sono attuati gli interventi del P.R.A., individuando criticità e problematiche che impediscono un veloce ed efficace avanzamento del Piano nonché individuare scelte strategiche e azioni mirate in grado di supportare gli uffici amministrativi nell’attuazione efficace ed efficiente degli interventi del Piano.
  • Obiettivo 2: individuare alcuni tratti caratteristici dei singoli Piani e rilevare parametri di riferimento rispetto alla numerosità degli interventi e alla relativa disaggregazione per aree funzionali che potranno consentire di adottare soluzioni utili ad una migliore convergenza verso più elevati livelli di performance.
  • Obiettivo 3: individuare le opportune azioni correttive e migliorative che potranno immediatamente consentire un rapido avvio e avanzamento del Piano, fornire riflessioni e considerazioni in merito ad un’ipotesi di aggiornamento  dell’impostazione  complessiva  del  P.R.A.,  dei  target  fissati  e  delle relative tempistiche.
  • Obiettivo 4: consentire di sviluppare utili riflessioni in merito alla nuova struttura del PRA e al nuovo set di interventi da realizzare e di relativi target da conseguire attraverso un Piano delle revisioni che sarà articolato in specifiche schede tecniche di supporto al processo decisionale di riprogrammazione, contenenti: l’originario assetto strategico, organizzativo e procedurale; le motivazioni e le simulazioni di riprogrammazione individuate; l’analisi della fattibilità attuativa delle proposte in relazione ai target e alle tempistiche.
  • Obiettivo 5: individuare meccanismi premiali in grado di fornire incentivi a dedicarsi in maniera più efficace alle attività legate all’attuazione del PON 2014-20,  con la creazione o il rafforzamento di una segreteria tecnica a supporto dell’AdG del Programma Operativo assicurando l’avanzamento procedurale di un apposito intervento previsto dal PRA.
  • Obiettivo 1: fornire supporto per aumentare la comunicazione, interna ed esterna, dei risultati del P.R.A. e migliorare il dialogo con i beneficiari finali del Programma Operativo.
  • Obiettivo 2: individuare modelli organizzativi efficaci in grado di migliorare la governance complessiva del P.R.A. e rendere più efficiente il processo di implementazione degli interventi.