Progetto Task force edilizia scolastica

Empty classroom for biology lesson on secondary school

In linea con l’azione di Governo e d’intesa con le amministrazioni centrali e regionali coinvolte a vario titolo nel settore dell’edilizia scolastica, l’Agenzia per la Coesione Territoriale, al fine di migliorare i processi di attuazione degli interventi, ha avviato già nel 2015 un’attenta e sistematica azione di presidio e accompagnamento alle regioni Calabria, Campania,  Sicilia, Puglia, Lazio, Basilicata e Lombardia finalizzata a promuovere sinergie tra i vari soggetti coinvolti ai diversi livelli istituzionali per il superamento delle criticità che condizionano la realizzazione e attuazione degli interventi. Il progetto, finanziato con i fondi della programmazione 2007-2013, basato sul modello task force, ha visto la sua conclusione ad aprile 2017.

A seguito degli importanti risultati raggiunti e della necessità di garantire un maggiore presidio degli interventi anche alla luce dei gravi eventi simici che hanno colpito l’Italia centrale nel 2016, l’Agenzia, in linea con la propria strategia d’azione 2014-2020 che si sostanzia nel fornire supporto e affiancamento alle amministrazioni centrali e regionali titolari di programmi e degli enti attuatori, ha ammesso a finanziamento, in data 12 aprile 2017, un nuovo progetto “Task Force Edilizia Scolastica” a valere su Programma Azione Coesione Complementare al PON Governance 2014-2020. Il progetto è attualmente rivolto alle regioni già affiancate nella precedente iniziativa e incluse nel protocollo d’intesa sottoscritto tra l’Agenzia per la Coesione Territoriale, la Struttura di Missione per il coordinamento e impulso nell’attuazione di interventi di riqualificazione dell’edilizia scolastica della Presidenza del Consiglio dei Ministriil MIUR e il MIT, nonché alle regioni Abruzzo, Umbria, Toscana, Liguria e Piemonte che hanno avanzato apposita richiesta di adesione al suddetto protocollo.

Per la realizzazione di alcune attività di progetto, l’Agenzia per la Coesione Territoriale e Studiare Sviluppo hanno sottoscritto la Convenzione Progetto Task force edilizia scolastica.

L’azione riguarderà le seguenti linee di azione:

  • Linea 1 – Supporto giuridico e tecnico agli Enti locali per assicurare maggiore efficacia delle azioni relative agli interventi
  • Linea 2 – Attività di supporto alla progettualità esecutiva per la realizzazione di nuove scuole e per le ristrutturazioni di quelle esistenti in linea con la normativa vigente, anche a seguito del nuovo codice degli appalti, nonché supporto alla ricostruzione delle scuole danneggiate dal sisma
  • Linea 3 – Attività di supporto a sostegno di un utilizzo coordinato, da parte degli Enti locali, delle risorse finanziarie disponibili, in coerenza con le effettive necessità degli edifici scolastici coadiuvando gli enti destinatari di finanziamenti nelle procedure di accesso e gestione degli stessi
  • Linea 4 – Supporto agli enti locali a favore di una corretta implementazione e di un completo utilizzo dell’applicativo “Anagrafe Regionale dell’Edilizia Scolastica”

I principali obiettivi da raggiungere sono:

  • Miglioramento dell’efficienza tecnica/amministrativa degli enti locali attuatori degli interventi di edilizia scolastica (Comuni, Città Metropolitane e Provincie)
  • Innalzamento  della qualità progettuale degli interventi di nuova costruzione e di manutenzione straordinaria con particolare riferimento agli adeguamenti strutturali antisismici
  • Miglioramento nell’utilizzo dell’applicativo dedicato all’Anagrafe dell’Edilizia Scolastica da parte degli enti locali (Comuni, Città Metropolitane e Provincie) proprietari degli edifici scolastici
  • Incremento della capacità di analisi dei fabbisogni espressi dagli enti locali da parte delle Regioni per una corretta individuazione delle priorità di intervento

Che si traducono sostanzialmente nella diminuzione della necessità di ricorre a varianti in corso d’opera, in un maggior del rispetto dei tempi contrattuali per l’esecuzione dei lavori e in un aumento della capacità di programmazione degli interventi da parte degli Enti gestori e attuatori.

Per il raggiungimento degli obiettivi, un apposito gruppo di lavoro, composto da esperti di gestione di finanziamenti e realizzazione di interventi di edilizia scolastica, assicurerà il costante raccordo con i referenti dell’Amministrazione e gli altri attori istituzionali coinvolti nel processo, ne condividerà le azioni e garantirà il possesso di una condotta propria al contesto istituzionale per garantire lo svolgimento delle attività nei ruoli istituzionali previsti e, così facendo, fluidificare le interazioni interistituzionali per il comune raggiungimento dello scopo.

Per approfondimenti:

#italiasicura 

Miglioramento dei processi di attuazione degli interventi in materia di edilizia scolastica