EU Programme for Prevention, Preparadness and response to floods in the Western Balkans and Turkey (IPA FLOODS) – Technical assistance DG ECHO 2015-2017

In June 2014, DG ECHO launched a call for proposal for overall 6 meuro for actions aimed at increasing the beneficiaries’ capacity to ensure proper flood risk management at national, regional and EU levels, with specific regard to increasing beneficiary countries’ capability to develop effective national civil protection systems and collaborate in a coherent manner in dealing with floods at regional and European level (both at preparedness and response level.

The Programme has been dived into 2 lots, the first focusing on civil protection modules Flood rescue using boats, the second focusing on civil protection modules High capacity pumping and flood containment.

An international consortium led by the Italian Civil Protection Department, supported by Studiare Sviluppo, and composed of administrations and partners from Germany, Croatia, Slovenia and Sweden, has been awarded the contract from implementing both lots.

Studiare Sviluppo is in charge of all programme financial and logistics management, including with regards to training, exercises, events and the procurement and notation of flood rescue boats and equipment and high capacity pumps and flood containment facilities and related equipment.

Updated programme info and docs: ipafloods.ipacivilprotection.eu

IPA FLOODS “Prevention, preparedness and response to floods in the Western Balkans and Turkey'' (Programma per la prevenzione, preparazione e risposta alle inondazioni nei Balcani Occidentali e in Turchia) è il Programma finanziato dalla Commissione Europea DG ECHO con l’obiettivo di contribuire alla riduzione dell'impatto negativo del rischio alluvione sia nella Regione direttamente interessata, sia nei vicini Stati europei. Il consorzio di realizzazione del Programma è guidato dal Dipartimento Italiano della Protezione Civile (DPC) e composto dalla Fondazione CIMA, dalle autorità di Protezione civile della Croazia (Croatian National Protection and Rescue Directorate - NPRD); della Slovenia (Administration of the Republic of Slovenia for Civil Protection and Disaster Relief - URSZR); della Germania (German Federal Agency for Technical Relief - THW); della Svezia (Swedish Civil Contingencies Agency - MSB) and Studiare Sviluppo S.r.l, Italy. IPA FLOODS è strutturato in due lotti: il primo prevede la realizzazione di Moduli di Protezione Civile multinazionali per la risposta alle inondazioni del tipo “Soccorso in caso di Inondazione tramite Barche” (FRB), e un programma di capacity bulding per la trasposizione della direttiva Europea Alluvioni nei Paesi beneficiari, il secondo servirà a realizzare Moduli multinazionali di Protezione Civile per la risposta alle inondazioni del tipo Alta Capacità di Pompaggio (HCP) e Contenimento delle Inondazioni (FC). Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia (solo per il lotto 1), ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Kosovo (Tale designazione non pregiudica le posizioni riguardo allo status ed è in linea con la risoluzione 1244 (1999) dell’UNSC e con il parere della CIG sulla dichiarazione di indipendenza del Kosovo.), Montenegro, Serbia e Turchia sono i Paesi beneficiari del Programma.
Obiettivi del Progetto Il primo obiettivo del progetto è il miglioramento delle capacità dei beneficiari di sviluppare dei sistemi di protezione civile nazionali efficaci, e collaborare in modo coerente nel gestire il rischio alluvioni a livello regionale ed europeo (prevenzione, preparazione e risposta). Per il conseguimento dei risultati attesi è necessario realizzare Moduli multinazionali di Protezione Civile per Flood Rescue utilizzando Boats (FRB), Moduli multinazionali di Protezione Civile per la risposta alle inondazioni del tipo Alta Capacità di Pompaggio (HCP) e di Contenimento delle Inondazioni (FC) che coinvolgano i beneficiari, in linea con il quadro / prassi dell'UE:
  • stabilire procedure operative standard secondo le linee guida dell'UE per la Standard Operating Procedures e sulla base dell'esperienza multinazionale dei Moduli UE di Protezione Civile;
  • stabilire dei protocolli di collaborazione transfrontaliera secondo gli orientamenti dell'Unione europea;
  • formare il personale dei moduli multinazionali di protezione civile;
  • organizzare esercitazioni a livello regionale sui moduli di protezione civile multinazionali con la partecipazione di moduli di protezione dello stesso tipo degli Stati partecipanti al Meccanismo di protezione civile dell'Unione Europea.
Il secondo obiettivo è il miglioramento della preparazione dei Paesi beneficiari, nell’affrontare le sfide poste dal recepimento della direttiva dell’UE sulle alluvioni. Per il conseguimento dei risultati attesi è necessario realizzare il rafforzamento delle capacità e delle prestazioni a sostegno dell’approssimazione alla direttiva sulle inondazioni dell'UE, e l’attuazione di un approccio integrato per la gestione del rischio di alluvione che comprenda attività di prevenzione, di preparazione e di risposta, in linea con le conclusioni del Consiglio sulla gestione Integrata delle alluvioni:
  • fornire un programma di rafforzamento delle capacità in materia di recepimento della direttiva sulle alluvioni UE;
  • preparare le linee guida sulla gestione del rischio di alluvioni sulla base dell’attuali linee guida dell’UE guida per l'attuazione della direttiva sulle alluvioni UE;
  • preparare una road map per la futura azione regionale in materia di gestione del rischio di catastrofi, con particolare attenzione sul rischio di alluvione in accordo con l’aspetto regionale e la dimensione multilaterale dei beneficiari.
Studiare Sviluppo, in collaborazione con il Dipartimento della Protezione Civile, garantisce la gestione amministrativa e finanziaria del Programma. Studiare Sviluppo svolge anche attività di supporto logistico e operativo relativo all’organizzazione delle attività previste dal Programma, incluso il supporto amministrativo e organizzativo nelle attività di procurement  per l'acquisto di attrezzature per la gestione delle inondazioni a favore dei beneficiari del Progetto.
The third workshop on the finalization of national Standard Operating Procedures and Standard Operating Procedures of Multi-national Civil Protection Modules‘for High Capacity Pumping and Flood Containment will be organized from 13 to 15 December 2016 at the Split Specialist Training Center, the organizational unit of the Firefighting and Protection and Rescue College, National Protection and Rescue Directorate of the Republic of Croatia. The first workshop on the Development of National Teams and Beneficiary Specific Documentation for High Capacity Pumping (HCP) and Flood Containment (FC) was organized at the Ringhotel Haus Oberwinter in Remagen -Bonn at the end of January and launched the discussion on the development of Standard Operating Procedures for FC and HCP national teams. During the Second working group meeting, organized in April, in Split the discussions among trainers and beneficiaries’ representatives on the development of HCP and FC national teams lead to the finalization of the lists of equipment and technical specifications necessary to put in place the second IPA FLOODS call for tender. The call for tender has been closed on 15 of November 2016. The 3rd IPA FLOODS Steering Group Meeting will take place on 24th January 2017 in Skopje, Macedonia, to discuss the programme outcomes and the way forward.

La settima Newsletter IPA FLOODS informa sulle attività realizzate e i risultati ottenuti finora dal Programma. Il mese di dicembre 2016 ha segnato la chiusura del Lotto 1. Questo numero è dedicato principalmente alla terza Riunione del Comitato Direttivo che si è tenuta il 24 gennaio a Skopje, in cui sono stati presentati dal Consorzio i principali risultati raggiunti dal Lotto 1. Nella Newsletter si parla anche della realizzazione della fase più operativa del Lotto 2, che vedrà impegnato nei prossimi mesi il Consorzio IPA FLOODS con azioni che riguarderanno lo sviluppo di Moduli Multinazionali di Protezione Civile per l’Alta Capacità di Pompaggio e Contenimento delle Alluvioni (High Capacity Pumping e Flood Containment – HCP-FC), in previsione dell'esercitazione regionale del prossimo autunno. Questo numero è focalizzato anche sull'Allegato alle Procedure Operative Standard (Standard Operating Procedures - SOPs) relative ai passaggi transfrontalieri e alle condizioni del Paese Ospite “Host Nation Support ”aggiornate dal Consorzio sulla base delle lezioni apprese a seguito di IPA FLOODS - CRO 2016, sui corsi operativi HCP-FC previsti a Marzo/Aprile e sull’ acquisizione dell'equipaggiamento anti-alluvioni.

La sesta Newsletter IPA FLOODS informa sulle attività realizzate e i risultati ottenuti dal Programma nell’ultimo periodo. L’evento principale raccontato in questa edizione è sicuramente IPA FLOODS - CRO 2016, l’esercitazione regionale che si è tenuta a Zagabria dal 17 al 21 ottobre 2016 a coronamento delle attività previste nell’ambito del Lotto 1 che si concluderà alla fine dell’anno. Da segnalare in questo numero sono anche gli aggiornamenti riguardo i risultati della seconda componente del Lotto 1 del Programma che si occupa dello sviluppo delle capacità finalizzate alla trasposizione nei Paesi beneficiari della Direttiva UE sulle Alluvioni.